L’ ACCADEMIA DI PSICOTERAPIA PSICOANALITICA DELLA SVIZZERA ITALIANA (APPsi) membro della EFPP, è stata fondata nel 1997 da undici colleghi, psicologi e medici, tutti con alle spalle una formazione psicoanalitica freudiana classica e diversi anni di pratica clinica.

Da subito si è affiliata alla EFPP ed in seguito ha partecipato alle attività del settore svizzero.

Ora conta oltre cinquanta membri (formati e in formazione) del Ticino e del Grigioni Italiano e svolge una attività di formazione di base e continua, nonché regolari attività di supervisione-intervisione in gruppo.

 

Il nostro logo rappresenta “il tuffatore” dipinto nella omonima tomba etrusca di Paestum (Italia) e vuole riferirsi al mito dell’uomo che si lancia nell’oceano oltre le colonne d’Ercole. È la metafora della nostra attività clinica e teorica quotidiana.

 

 

 

 

La psicoterapia psicoanalitica è un metodo di terapia che ha il suo referente teorico-clinico nel pensiero e nella tradizione freudiana.
Trova la sua centralità nell’ascolto e nella elaborazione, attraverso la parola, degli aspetti consci e inconsci della relazione intersoggettiva.
Questa relazione si esplicita nel rapporto terapeuta-paziente sotto forma di fantasie e affetti coscienti e inconsci.
Al centro dell’interesse e della dinamica della cura stanno le paure ed i conflitti consci e inconsci del paziente, paure e conflitti che sono all’origine dei suoi sintomi e delle sue sofferenze psichiche e somatopsichiche.
La psicoterapia psicoanalitica, oltre allo strumento classico dell’interpretazione delle comunicazioni consce e inconsce del paziente introduce degli adattamenti tecnici e metodologici per rispondere alle necessità dei pazienti in funzione dei loro bisogni clinici, culturali, sociali, finanziari, ecc.